Belmonte Mezzagno

 Il comune conta 10.737 abitanti e ha una superficie di 2.920 ettari per una densità abitativa di 368 abitanti per chilometro quadrato. Sorge in una zona collinare interna, posta a 364 metri sopra il livello del mare. Il centro sorge fra brulli rilievi, su un’area attraversata da due torrenti; i principali prodotti agricoli sono cereali, olive, frutta e uva da mosto. Attivo è l’allevamento di bovini, di suini e di ovini. Il settore artigianale vanta un’antica tradizione nella produzione di strumenti musicali e nella ebanisteria. Il nome della città originariamente era solo Mezzagno, che significa posto a media altezza, dal 1776 divenne Belmonte, in quanto feudo dei Ventimiglia, principi di Belmonte. Solo dopo il 1864 fu aggiunto nuovamente l’appositivo Mezzagno. Nel XIX secolo il borgo venne interamente distrutto durante i moti anti-borbonici. Nel 1776 Giuseppe Ventimiglia finanziò la costruzione della Chiesa Madre, nel cui interno sono conservate le due tele di Pietro Novelli raffiguranti S.Rosalia e la Sacra Famiglia. Da ricordare sono anche la Chiesa delle Anime Sante e i resti del Palazzo Baronale.